Giuseppe Carlino

Il disordinamento giuridico al servizio del più forte

L’uomo, animale politico, simbolico, metafisico. L’uomo, ossia un animale che non è pago di una tabula inscripta di azioni e reazioni istintuali, che non è avvinghiato al piolo dell’istante come è invece una pecora, un bruco, un canguro. L’uomo da una parte nutre la vita dei sensi, dall’altra intreccia il senso della vita; e solo grazie a questo egli è in grado persino di sacrificarsi, di morire e così consumare la tragedia contro la quale nasce il consorzio umano e, però, farlo per propria…