Matteo Giordano

Dopo il fallimento del riformismo dall’alto. Un nuovo patto tra Stato e popolo

La legislatura che si apre rischia di coincidere con uno sgretolamento istituzionale e con lo sfarinamento del tessuto materiale dell’unità nazionale. La crisi del sistema politico italiano ha infatti raggiunto pericolosi livelli di guardia, rendendo non più rinviabile una sua profonda riforma di struttura. Nella legislatura ormai alle nostre spalle, si è registrato un drammatico avvitamento di questa crisi: dalla delegittimazione e dall’ esproprio delle funzioni del Parlamento, a massicci fenomeni di trasformismo; dal rafforzamento di sentimenti antipolitici ed antisistemici, all’ indebolimento di valori…

Tra Gramsci, Sturzo e Casaleggio: pillole per attivare un nuovo populismo democratico in Italia

Il ricorso al ‘populismo’, inteso come dispositivo del ‘politico’ capace di ri-attivare una massa amorfa e di costruire una soggettività, diventa una condizione di necessità nel momento in cui la più grave crisi economica e sociale dal secondo dopoguerra ha provocato la polverizzazione dei ceti medi europei e quindi una scomposizione della società lungo nuove faglie di conflitto, che ci espone a scenari radicalmente inesplorati. La presunta contrapposizione tra forze politiche di sistema (‘establishment’) ed antisistema (‘i populismi’) è infatti tendenziosa e fuorviante. Lo…