Tutto quello che sapete sul neoliberismo è sbagliato

Diciamo le cose come stanno: nell’odierna economia internazionale, sempre più complessa e interdipendente, la sovranità nazionale è diventata irrilevante. La crescente globalizzazione economica ha reso i singoli Stati sempre più impotenti nei confronti delle forze del mercato. L’internazionalizzazione della finanza e il crescente potere delle multinazionali hanno eroso la capacità dei singoli Stati di perseguire autonomamente politiche sociali ed economiche – in particolare di carattere progressista-redistributivo – e di assicurare la prosperità ai propri popoli. Pertanto, l’unica speranza di conseguire qualsiasi cambiamento significativo è…

Dalla CEE alla UE: cosa c’è da festeggiare?

Il 1 novembre ricorre l’entrata in vigore del Trattato di Maastricht (1993) che ha dato luogo all’Unione europea (sostituendola alla CEE). A marzo 2017 ricorrevano 60 anni dalla firma del Trattato di Roma (1957), che ha dato luogo al processo di integrazione europea. Mentre i rappresentanti degli Stati membri si sono riuniti nella capitale italiana in una cerimonia inevitabilmente celebrativa, in piazza si sono visti diversi cortei: la piattaforma Eurostop, su posizioni nettamente anti-UE e anti- NATO raggiungeva circa 10 mila partecipanti. Più o…

Capitalismo-zombie: morti che si mangiano i vivi

Morti viventi dappertutto. Si aggirano nelle strade delle nostre metropoli, negli aeroporti, nelle zone industriali delle nostre campagne. Quella che stiamo per raccontare è una storia di morti che si mangiano i vivi. Prima però un po’ di suspence… La nostra è un’epoca in cui gli zombie sono protagonisti dell’immaginario, personaggi in cui rispecchiarsi e inorridire. Il successo dei telefilm sui morti viventi non sono che la punta dell’iceberg di una passione – meglio dire un rispecchiamento – nata negli anni ’60 al cinema…

La moneta nuda. Da mezzo di scambio a creatrice di legami sociali

“Le risorse sono pochissime dati i vincoli di bilancio. Il Pil è migliorato ma non in modo tale da allentarli in modo significativo“. Lo ha detto il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, parlando della legge di bilancio 2018. E, infatti, “L’avanzo primario [che avviene quando lo Stato ricava dalle tasse più di quanto spende, esclusa la spesa per gli interessi sul debito] – si legge infatti nel documento – salirebbe dall’1,7% di quest’anno al 3,3% nel 2020, grazie ad un continuo controllo della spesa…

La giustizia è amministrata in nome del popolo o di Bruno Contrada?

Sono state di recente depositate le motivazioni della sentenza della Corte di Cassazione sul caso Contrada: l’ex agente segreto italiano, condannato in via definitiva a dieci anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, non è ora più soggetto ad alcun effetto penale della sentenza che lo vedeva imputato. La sentenza era già definitiva, confermata dalla Cassazione; eppure ora non c’è più, svuotata di ogni significato in quanto… smentita dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. La CEDU, infatti, nel 2015 ha esaminato il…

Destra e sinistra: la fine di una linea retta

Capita spesso negli ultimi anni di sentire da diverse forze politiche che “destra” e “sinistra” sono due concetti superati. Da un certo punto di vista, si tratta di un’evidente semplificazione: sappiamo bene che le ideologia di “destra” e di “sinistra” esistono dalla notte dei tempi e continuano ad esistere tuttora. Eppure è chiaro che qualcosa non funziona più in questo bipolarismo, tanto che sempre più persone asseriscono (almeno a parole) di non riconoscersi più né in una né nell’altra parte. Ma cosa si è…

astensione veneto referendum farsa autonomia

Referendum Veneto: quando i politici non si meritano più nulla da noi.

Un assegno in bianco: questo ci stanno chiedendo quegli stessi politici che in 20 anni di assegni ne hanno avuti fin troppi. Per l’ennesima volta usano l’orgoglio veneto per riscuotere facile consenso, salvo poi dimenticarsi tutte le promesse fatte. Manca ormai una settimana al referendum convocato dalla Regione. Si tratta di un referendum che ci dicono essere per l’autonomia, ma che in realtà non porterà a nulla e avrà l’obiettivo di dare un rinnovato consenso popolare a una classe politica in crisi. Partiamo dal…

Una classe politica imbrogliona: l’esempio veneto

I referendum consultivi che si terranno in Lombardia e Veneto il 22 ottobre e che chiederanno ai cittadini delle due regioni se “vorranno godere di ulteriori forme di autonomia”, hanno attratto una grande attenzione fra l’opinione pubblica. In questo articolo farò riferimento al caso veneto, analizzando il merito della questione e gli insegnamenti che possiamo trarre a livello politico da questi mesi di campagna referendaria. Sarò di parte. Milito nel Comitato Veneti per l’Astensione che ha ricevuto il pieno appoggio di Senso Comune. Ritengo…

Niente galera per i banchieri

Il 6 ottobre 2017 la Corte di Cassazione ha condannato in via definitiva a 4 anni di reclusione Cesare Geronzi, ex-presidente di Capitalia, capogruppo della Banca di Roma, ora confluita in Unicredit, per concorso in bancarotta a causa delle sue responsabilità nel crack dell’azienda alimentare Cirio. Geronzi fu condannato nel 2011 e la condanna venne confermata in appello nel 2015. Ora arriva la condanna definitiva ma la pena non sarà eseguita. Infatti la Procura Generale di Roma ha concesso a  Geronzi la sospensione dell’esecuzione…

Il lavoro e il suo “spazio” politico

L’ennesima critica nei confronti dei sindacati e, di converso, l’assenza totale di critica nei confronti del mondo imprenditoriale da parte dei leader politici italiani è una implicita, ma ferma presa di posizione nel merito del conflitto storico che vede contrapposti lavoro e capitale. Così come Renzi[1], come Salvini[2], come Berlusconi[3], ora anche Luigi Di Maio[4] “palesa” le opinioni del Movimento 5 Stelle in questo ambito. Tutti i principali leader politici italiani, quindi, che si battono sulle questioni etiche e morali nella convinzione, ciascuno di…