FAQ

Chi siamo?

Siamo donne e uomini da tutta Italia, la maggior parte di noi fra i 20 e i 40 anni. Il nostro esordio risale a novembre 2016, con questo manifesto. Da allora ci siamo moltiplicati e abbiamo organizzato moltissimi eventi. Alcuni di noi hanno appena pubblicato un libro.

Cosa ci distingue?

Ci piacciono uno Stato vicino ai cittadini, un lavoro sicuro per tutti, la sovranità popolare, il nostro paesaggio naturale. Ci piace l’Italia. Di contro, non ci piacciono l’austerità, le mafie, il razzismo.

Dove siamo?

Esistono vari gruppi di Senso Comune sparsi per l’Italia. Roma, Milano, Torino, Napoli, Firenze, Bologna, Pisa, Pistoia, Parma, Udine, Agrigento, Trentino, Umbria. Persino Londra. Ed esisteranno lì dove troveremo gente disposta a schierarsi al nostro fianco.

Cosa significa aderire?

Aderire significa ritrovarsi nel messaggio dell’appello e impegnarsi insieme a noi per costruire qualcosa di nuovo senza dover nulla ad alcun padrino politico. Significa lavorare di ingegno per tornare ad appassionarci di politica. Significa creare le possibilità per votare nuovamente con entusiasmo.

E poi?

Nei prossimi mesi gireremo per l’Italia e organizzeremo diversi incontri. Cercheremo di avviare più gruppi possibile. Duplicheremo gli sforzi sul nostro blog, che nel frattempo abbiamo trasformato in vera e propria testata giornalistica. E poi, insieme a tutti coloro che avremo mobilitato, decideremo il da farsi.

Cosa abbiamo fatto alle politiche?

Nessuna delle opzioni in campo ci ha convinto e quindi non abbiamo espresso alcuna preferenza. Ciascuno dei nostri simpatizzanti ha agito secondo coscienza.

Perché dovreste fidarvi di noi?

Perché non abbiamo alcuna intenzione di rintanarci in vecchi contenitori o riproporre antiche divisioni. Perché non vogliamo parlare solo con le persone politicizzate. Perché abbiamo diverse competenze da mettere a disposizione, ma non ci interessa fare un discorso per pochi eletti. Perché con pochissime risorse e solo grazie a un entusiasmo forsennato abbiamo creato questo gruppo. Perché abbiamo voglia di riprenderci quello è nostro.

Vai alla barra degli strumenti