calcio

Lo spettacolo del calcio. 17 – Folie à deux

Il primo ottavo di finale di questo Mondiale di calcio è il match tra Francia e Argentina. Una partita folle quella di Kazan, ricca di emozioni, sorpassi e controsorpassi, un paio di reti spettacolari e tante scelte discutibili. Vince la Francia, non tanto per la sua capacità di colpire in contropiede, quanto per le scelte scellerate del CT argentino Sampaoli: schiera Messi come falso nueve, senza un prima punta di ruolo, un centrocampo leggero e una difesa colabrodo.
Sarebbe servito uno tra Aguero e Higuain dal primo minuto. Ci si chiede ancora il perché della mancata convocazione di Icardi.

Primo Tempo

Cominciano meglio i francesi, più aggressivi e vogliosi di farsi notare in questo Mondiale.
Dopo undici minuti Mbappé parte dalla sua metà campo e arriva a ridosso dell’area argentina con uno scatto di 60 metri. Supera in velocità Mascherano e l’ultimo difensore, Rojo, che, nel tentativo di fermarlo, lo stende troppo tardi. Faghani fischia e Griezmann segna un rigore, non perfetto, abbastanza centrale: 1-0.
Dopo il gol, i francesi controllano la partita, ma l’Argentina,con tanto cuore, rimane in partita. È Angel Di Maria, a cinque dall’intervallo, a segnare un gol bellissimo, un sinistro dai trenta metri, che rianima l’albiceleste.

Secondo Tempo

La ripresa si apre con una sorpresa, l’Argentina passa in vantaggio. Mercado devia fortunosamente un tiro di Messi per il 2-1.
Poi la fortuna gira.
Hernandez crossa da sinistra e Pavard, segna un euro-gol: esterno destro che si insacca alla sinistra di Armani. Poi entra in scena la classe di Mbappé. Il 10 Blues segna al 18’ raccogliendo un altro cross di Hernandez. L’attaccante francese viene lasciato colpevolmente libero e lui non si fa pregare: incrocia col sinistro e batte ancora il portiere del River. Infine chiude la partita col gol del 4-2: Bastano 5, solo 5, passaggi ai francesi per andare in gol.
Inutile il gol di testa di Aguero allo scadere.

Francia approda ai quarti, dove affronterà la vincente di Portogallo-Uruguay.
L’Argentina dovrà superare questa generazione di ultra 30enni e rifondare la Selecion partendo dai giovani, possibilmente centrocampisti e difensori e, perché no, un portiere degno di questo nome.

Tabellino

FRANCIA – ARGENTINA 4-3 (1-1)

Francia (4-2-3-1): Lloris 5.5; Pavard 7, Varane 5.5, Umtiti 5.5, Hernandez 6.5; Pogba 6, Kanté 7; Mbappé 9 (88’ Thauvin s.v.), Griezmann 7 (83’ Fekir s.v.), Matuidi 6 (75’ Tolisso 6); Giroud 6. CT. Deschamps 7.5

Argentina (4-3-3): Armani 5; Mercado 7, Rojo 5.5 (46’ Fazio 5), Otamendi 5.5, Tagliafico 5; Perez 5 (66’ Aguero 6.5), Mascherano 5.5, Banega 6; Di Maria 7, Messi 5, Pavon 5 (75’ Meza 6). CT. Sampaoli 4

MARCATORI: 13’ rig Griezmann (F), 41’ Di Maria (A), 48’ Mercado (A), 57’ Pavard (F), 64’ e 68’ Mbappé (F), 93’ Aguero (A)