calcio

Lo spettacolo del calcio. 9 – Psicodramma argentino

Il fulcro dell’ottava giornata dei Mondiali è la grande vittoria della Croazia contro l’Argentina che ha portato al commisariamento della Selection. La panchina di Sampaoli non è saltata, ma poco ci manca dopo un 3-0 netto e nessuna idea in campo. Il calcio è sempre gioie e dolori.

Danimarca – Australia

Pareggio per 1-1 quello della Cosmos Arena di Samara tra Danimarca e Australia.
I gol sono stati segnati tutti nel primo tempo: la Danimarca è andata in vantaggio al settimo minuto con Christian Eriksen e poi si è fatta raggiungere al 38mo con un calcio di rigore di Mile Jedinak, capitano dell’Australia al suo secondo gol in Russia. Con il pareggio di oggi la Danimarca sale al secondo posto nel Gruppo C dietro alla Francia.

Francia – Perù

Matematica qualificazione agli ottavi per la Francia di Deschamps. Basta un 1-0, firmato da Éylian Mbappé, al Perù. I sudamericani, invece restano a 0 punti e vengono eliminati.

Croazia – Argentina

Una Croazia spettacolare manda KO l’Argentina vicecampione del Mondo.
La partita si sblocca con un erroraccio di Caballero, che nei primi minuti del secondo tempo ha sbagliato un rinvio passando la palla al croato Rebic, che ha segnato con un tiro al volo.
Argentina impalpabile, che attacca in maniera disordinata fino a 10 minuti dalla fine. Modric recupera palla e scocca un tiro sublime che batte Caballero.
Il terzo gol, di Ivan Rakitic, è arrivato nei minuti di recupero, con la Croazia che ha finalizzato un contropiede tre contro uno.

La sconfitta di stasera complica il passaggio del turno dell’Argentina, che però, anche se domani l’Islanda dovesse battere la Nigeria, si giocherebbe tutto all’ultima giornata, dove potrebbe non bastarle una vittoria contro la Nigeria. La Croazia è invece qualificata agli ottavi con un turno di anticipo.