calcio

Lo spettacolo del calcio. 14 – Il dito de Dios

All’ultimo minuto utile, l’Argentina si qualifica per la fase ad eliminazione diretta. La Francia e la Danimarca già qualificate pareggiano e la Croazia passeggia con le riserve sull’Islanda.

Danimarca – Francia

Con il pareggio con uno scialbo 0-0 nell’ultimo turno del Gruppo C. Francia e Danimarca hanno concluso il loro girone nelle prime due posizioni, ottenendo quindi la qualificazione agli ottavi di finale del torneo. La Francia giocherà il 30 giugno contro l’Argentina e la Danimarca affronterà la Croazia il primo luglio.

Australia – Perù

Il Perù torna a festeggiare una vittoria alla fase finale dei Mondiali quaranta anni dopo il 4-1 rifilato all’Iran nell’edizione di Argentina 1978. Non serve ad evitare l’uscita di scena dopo i ko di misura con Francia e Danimarca nel gruppo C, ma il 2-0 all’Australia rende comunque merito alla Blanqui-roja che saluta Russia 2018 cancellando lo zero nella casella punti. I gol sono di Carrillo per il vantaggio e di Guerrero per il raddoppio.

Nigeria – Argentina

La qualificazione dell’Albiceleste è un vero calvario, ma gli uomini di Sampaoli strappano la vittoria contro una buona Nigeria. Alla magia di Messi, risponde Moses su calcio di rigore, causato da un’ingenuità di Masquerano.
Alla fine ci pensa Rojo a piegare le Aquile africane al minuto 86.

A rubare la scena a Messi e compagni è però Diego Armando Maradona che, dopo averci mostrato la mano de dios, questa volta ci delizia con un doppio dito medio dalla tribuna di San Pietroburgo.

Islanda – Croazia

Le riserve dalle Croazia sconfiggono l’Islanda con qualche difficoltà, ma pur sempre in controllo del match. L’unica preoccupazione alla porta bianco rossa arriva dal rigore di Sigurosson, che risponde al vantaggio di Badelj. Al 90′ arriva il gol vittoria dell’interista Ivan Perisic che regala il punteggio pieno ai croati.
La formazione di Dalic affronterà negli ottavi la Danimarca.

Skip to toolbar